Il Rosé Cuvée 075 Carati di Piera Martellozzo ha vinto la medaglia d’Argento ai Mondiali del Rosé

Siamo lieti di annunciare che il Rosé Cuvée 075 Carati, firmato da Piera Martellozzo, ha vinto la medaglia d'Argento ai Mondiali del Rosé, il concorso dell'Unione degli Enologi Francesi.

Come ogni anno, da 13 anni, l'Unione degli Enologi Francesi si riunisce tre giorni per degustare alla cieca i vini rosé provenienti da tutto il mondo. Il consumo dei vini rosé tranquilli o frizzanti, acclamati dai francesi, sta crescendo sempre più a livello internazionale. Nuovi clienti, nuove occasioni di degustazione, sviluppo dell'offerta, da qualche anno il vino rosé sta ottenendo un vero successo. Partendo da questa constatazione, l'Unione degli Enologi Francesi ha scelto di prestare un'attenzione particolare ai vini rosé del mondo, creando nel 2004 un concorso dedicato esclusivamente a loro: Il Mondial du Rosé. L'anno scorso sono stati degustati 1.200 campioni provenienti da 28 paesi viticoli. I vini sono raggruppati per categoria di vitigno e/o di origine; sono degustati alla cieca e valutati su cento punti secondo la griglia elaborata congiuntamente dall'Organisation Internationale de la Vigne et du Vin e dall'Union Internationales des Œnologues. La giuria è composta esclusivamente da esperti in analisi sensoriale. In base alla media, il campione ottiene Mondial du Rosé d'Oro oppure Mondial du Rosé d'Argento o nessuna medaglia. Il numero di premi è pari al massimo al 30% del numero di prodotti iscritti per l'intero concorso.

Il Rosé Cuvée 075 Carati di Piera ha colore rosa purpureo con riflessi brillanti, luminosi e cerasuoli, il perlage è fine e persistente. Bouquet profumato di fiori con sentori di rosa, lampone, marasca e violetta di campo. Sapore pieno e amabile, giustamente contrapposto ad una sapida acidità. Ottimo come aperitivo, si sposa con piatti a base di pesce e verdure, grigliate in particolare, o con preparazioni leggere e aromatiche. Particolarmente apprezzato con la cucina a base di pesce crudo e sushi.

Condividi: