Piera Martellozzo testa il suo vino spumante con il naso elettronico

Piera Martellozzo è stata scelta come test per provare due tecnologie sensoristiche: il naso elettronico e la lingua elettronica che mappano odori e liquidi del vino spumante.

La lingua ed il naso elettronici sono due strumenti elettronici che permettono l’analisi qualitativa di composti liquidi e gassosi attraverso l’uso di matrici di sensori elettrochimici.

In questa ricerca si cerca di creare una specie di impronta digitale di un ogni momento della vita del vino spumante lungo tutto il suo percorso di produzione e si studia come varia questa impronta al variare dei parametri di processo. Il tutto con lo scopo di creare una specie di “navigatore organolettico” che possa supportare l’Enologo guidandolo a raggiungere i risultati desiderati in termini di gusto già dalle prime fasi del processo di creazione del prodotto.

Sia il naso elettronico che la lingua elettronica sono stati inventati intorno al 2000; la parte innovativa consiste nelle varie composizioni della sensoristica per il vino spumante, il latte o i succhi di frutta. 

Un metodo coerente e oggettivo per valutare un vino spumante attraverso la mappatura dei suoi odori, ovvero le componenti volatili presenti in un campione.

Condividi: